Cheesecake alle fragole

Questa colorata cheesecake conquisterà tutti grazie alla sua meravigliosa cremosità, gusto e freschezza! Le fragole mettono il buonumore e sarà una merenda decisamente nutriente e sana per i piccoli di casa, naturalmente sostituendo il maraschino con del succo o sciroppo non alcolico! Una cheesecake semplicissima, con pochi passaggi e che potrai divertirti a fare in poco tempo senza bisogno di cottura! Con l'arrivo della bella stagione sarà un vero piacere per il palato gustare un dolce fresco e goloso anche a conclusione di una cena in compagnia! Super consigliato!!

Ingredienti per la base:

Gr. 200 Biscotti tipo digestive
Gr. 90 Burro fuso freddo
Nr. 1 Cucchiaio di confettura di fragole
Gr. 20 Maraschino

Ingredienti per il ripieno:

Gr. 300 Ricotta mista pecora
Gr. 200 Yogurt greco
Gr. 120 Zucchero a velo
Gr. 35 Maraschino
Gr. 130 Confettura di fragole
Gr. 8 Colla di pesce
Gr. 150 Panna montata

Ingredienti per decorazioni:

Fragole fresche

Procedimento:

Per preparare la base della cheesecake, iniziare tritando i biscotti e legandoli, in una ciotola, con il burro fuso, il maraschino e la confettura di fragole. Mescolare bene per amalgamare gli ingredienti. Preparare un anello apribile del diametro di 18 cm, porlo su un disco e compattare il composto sul fondo per creare la base. Riporre quindi in frigorifero.
Per il ripieno: in una ciotola amalgamare la ricotta con lo yogurt, lo zucchero e il maraschino. Sciogliere quindi la colla di pesce in acqua fredda, strizzarla e scioglierla in un cucchiaino di acqua bollente. Unirla subito al composto e mescolare bene. Montare a parte la panna e con l'aiuto di una spatola, unirla al composto mescolando dal basso verso l'alto.
Versare metà del ripieno sulla base biscottata. Creare degli incavi con il dorso di un cucchiaio e riempirli con la confettura di fragole. Ricoprire con il ripieno rimasto, livellare la superficie e riporre in frigorifero per 4-5 ore a rassodare.
Sformare il dolce e decorarlo con le fragole fresche tagliate a metà e in quarti.

commenti sul blog forniti da Disqus